I 55 intervistati

     e le loro storie

1/1
  • Il vuoto, i dubbi e la scommessa – Sumaia Abdirashid (architetto, musulmana)

  • Da cuore a cuore – Francesco Antonioli (giornalista, cattolico praticante)

  • La fede in via d'estinzione – Laura Barbiera (studentessa, cattolica non praticante)

  • Perfettamente dotata – Sara Benedetti (sceneggiatrice, buddista)

  • Una fede umana – Paola Bignardi (coordinatrice dell’Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo, cattolica praticante)

  • La scelta folle di Dio – Maria Bonafede (pastora valdese, cristiana valdese)

  • Il bello e il vero – Monsignor Paolo Braida (Segreteria di Stato Vaticana, cattolico)

  • Una maniera di porsi di fronte alla vita – Anna Capietto (docente universitaria di matematica, monaca zen)

  • L'accettazione delle differenze – Luciana Capretti (scrittrice, non credente)

  • La nostra difettosa umanità – Gabriella Caramore (conduttrice radiofonica, agnostica)

  • Testimonianza – Adele Cassina (imprenditrice, cattolica praticante)

  • Le facce di una piramide – Aldo Cazzullo (giornalista, cattolico non praticante)

  • Fiducia e controllo – Alberto de Biasi (consulente, in ricerca)

  • Tra teatro e fede – Antonella Delli Gatti (attrice, cattolica praticante)

  • Un'ubbidienza pericolosa – Lino di Marcantonio (fisico, ateo)

  • Un investimento sull’invisibile – Paolo di Paolo (scrittore, cattolico non praticante)

  • Una religione di domande – Ariel di Porto (rabbino, di religione ebraica)

  • Fidati, è così – Alice Drago (produttrice cinematografica, non credente)

  • Un ignostico in attesa – Luigi D'Urso (scrittore, ignostico)

  • La nostalgia di me stesso – Mario Fatibene (maestro Zen, buddista)

  • Il segno del Padre – Paolo Ferliga (psicoanalista, cattolico praticante)

  • La natura purificatrice – Tiziano Fratus (scrittore, spiritualità legata alla natura)

  • Le mie due vie – Anna Fresco (direttrice editoriale, cattolica praticante)

  • Questa cosa incomprensibile, enorme e autentica – Martino Gozzi (direttore didattico, cattolico non praticante)

  • Le mie persiane aperte – Edoardo Greppi (docente universitario di diritto, cattolico praticante)

  • Ritornare all’origine – Svaminī Hamsānanda Ghiri (monaca induista)

  • La lotta della farfalla – Avraham e Rivki Hazan (rabbino e preside, entrambi di religione ebraica)

  • La fede è un coltello – Davide Longo (scrittore, non credente)

  • In cammino – Orlando Manfredi (cantautore, in ricerca)

  • La fiducia nell'uomo – Ezio Mauro (giornalista, cattolico non praticante)

  • La distribuzione della fede – Carlo Mazzola (editore, non credente)

  • Il risveglio – Eric Minetto (scrittore e insegnante di yoga, filosofia tantrica)

  • Le sentinelle – Suor Mirjam (suora di clausura, cattolica)

  • Le mie due religioni – Marco Missiroli (scrittore, cattolico praticante)

  • La vera via – Michela Morano (dottoranda, Bahá’í)

  • Rifugiarsi nel silenzio – Juri Nervo (fondatore dell'Eremo del Silenzio, cattolico praticante)

  • Verso Gerico – Ernesto Olivero (fondatore del Sermig, cattolico praticante)

  • L’ansia dell’infinito – Antonella Parigi (assessore regionale, credente)

  • Nelle sue mani – Elena Polegri (studentessa, cattolica praticante)

  • Non stare alla finestra! – Don Giuseppe Ponzoni (Diocesi di Lodi, cattolico)

  • Ma sei la moglie di Dio? – Suor Angela Pozzoli (Gruppi di Volontariato Vincenziano di Torino, cattolica)

  • La resurrezione dei morti – Domenico Quirico (giornalista, cattolico praticante)

  • La condivisione della (non) fede – Sandro Sapora e Cristina Bertasso (coppia in pensione, lui buddista, lei cattolica praticante)

  • L’aldilà non mi interessa, è dell’aldiquà che mi importa – Chiara Saraceno (sociologa, non credente)

  • Quello che fede non è – Don Paolo Scquizzato (sacerdote del Cottolengo, cattolico)

  • Una femminista nella Chiesa – Simona Segoloni (teologa, cattolica praticante)

  • La fede della comunità – Stefano Semplici (filosofo, cattolico praticante) 

  • Più forte di noi – Mohamed Shahin (Imam, musulmano)

  • Una conoscenza immediata e intuitiva – Fabrizio Signorelli (medico chirurgo, ateo)

  • La meraviglia – Angela Terzani Staude (scrittrice, protestante)

  • L'ossigeno che respiro – Precious Ugiagbe (mediatrice culturale, cristiana evangelica)

  • Un agnosticismo filosofico – Nicla Vassallo (filosofa, agnostica)

  • Un’altra faccia dell’ Islam – Ani Zonneveld (cantante e Imamah, musulmana)

 

Nota: le definizioni utilizzate per il rapporto degli intervistati con la fede sono quelle fornite da ciascuna persona. Alcuni si riconoscono come cattolici, evangelici, musulmani, buddisti, induisti; altri come agnostici, atei o semplicemente “in ricerca” o “non credenti”.

© 2018 by Natalia Pazzaglia

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now