LE EMOZIONI

Cosa si prova vivendo la fede?

“Nella tradizione occidentale la fede è spesso legata a una dimensione di fiducia, di abbandono a qualcuno che possa indicarci una strada, una persona “ideale”, che chiamiamo Dio”

 

Gabriella Caramore

Fiducia

“La fede, secondo me, non porta alla felicità, ma al senso della vita”

 

Ernesto Olivero

Felicità

“Ho sempre vissuto la mia religione come qualcosa di oppressivo”

 

Luciana Capretti

Oppressione

“La fede è un abbandono incondizionato, un investimento sull’invisibile, la fiducia e la dedizione verso qualcosa di cui non si hanno le prove”

 

Paolo di Paolo

Abbandonarsi

“La fede è come l’amore, un appalto di fiducia nei confronti di un altro a noi sconosciuto”

 

Paolo di Paolo

Amore grande

“Le sorelle erano molto anziane, ma mi ha subito colpito la pace nei loro occhi: avevano trovato quello che cercavano”

 

 Suor Mirjam

Serenità

“Anche sulle questioni più gravi, nessuno può dirci quello che dobbiamo fare, perché Dio ci ha resi liberi, dandoci il compito di vivere responsabilmente”

 

Maria Bonafede

Libertà

“Far del bene agli altri è un amore che torna indietro moltiplicato. Me l’ha fatto scoprire Sandro, che ogni giorno mi dimostra che l’amore per il prossimo può essere slegato dalla fede cattolica”

 

Cristina Bertasso 

Attenzione 
per gli altri
"Alla fine la fede è una scommessa che gli esseri umani fanno su qualcosa che non vedono, che non conoscono e non conosceranno mai. È una sorta di fiducia nel buio alimentata da una forma di dedizione che si concretizza nella pratica quotidiana. Un abbandono incondizionato, un investimento sull’invisibile, la fiducia e la dedizione verso qualcosa di cui non si hanno le prove".
Paolo di Paolo, scrittore. Cattolico non praticante
Ciascuna delle parole chiave che compongono l’area tematica è esplicitata in una citazione tratata dal testo di un'intervista. Per il profilo di ciascun intervistato e la lista completa dei pezzi, vai alla pagina Le Voci